JAIME SÁENZ – 3 poesie (versioni italiane di Antonio Bux)

saenz-fotografiado-alfonso-gumucio-dagron_lrzima20131220_0114_11
3 poesie di Jaime Sáenz (La Paz, 1921 – La Paz, 1986)
 
versioni italiane di Antonio Bux
 
 
4.(III)
 
Quando penso al mistero della notte,
m’immagino il mistero del tuo corpo,
che è solo un modo di essere della notte;
io so soltanto che il corpo che ti abita non è altro
che l’oscurità del tuo corpo; e questa oscurità si espande
nel segno della notte. Nelle concavità
infinite del tuo corpo, esistono regni infiniti
d’oscurità; e questo è qualcosa che fa pensare.
Questo corpo, chiuso, proibito e segreto; questo corpo,
temibile e alieno, e mai saputo, nè indovinato.
Ed è come una rilucenza, o un’ombra:
si lascia sentire solo da lontano o nel segreto,
e con troppa solitudine, che non t’appartiene.
Si lascia sentire solo con un fremito, con una temperatura,
con un dolore che non t’appartiene.
Se qualcosa mi sorprende, è l’immagine che m’immagina,
da lontano; si sente un respiro al mio interno. Il corpo
respira al mio interno. Mi preoccupa l’oscurità – mi preoccupa
la notte del corpo. Il corpo della notte e la morte del corpo,
sono cose che mi preoccupano.
 
 
5.(III)
 
Ed io mi domando:
Cos’è il tuo corpo? Io non so
se tu ti sia mai domandato
cos’è il tuo corpo.
È un attimo difficile e teso.
Una volta mi sono avvicinato al mio corpo;
e ho capito che non l’avevo mai visto, nonostante
lo tenessi al mio fianco, allora
gli ho domandato chi fosse;
e una voce, nel silenzio, mi ha detto:
Io sono il corpo che ti abita, e sono qui, nell’oscurità,
e ti dolgo e ti vivo, e ti muoio.
Ma io non sono il tuo corpo. Io sono la notte.
 
 
 
Sei visibile (VI)
 
Rimani tutto il tempo nell’odore delle montagne
quando il sole se ne va,
e mi pare d’ascoltare il tuo respiro nella frescura dell’ombra
come un addio preoccupato.
 
Della tua partenza, che è come il fuoco, si consoleranno queste
chiare immagini
fuse qui e lontano con il vento della sera;
io t’accompagno con il rumore delle foglie, guardo per te le cose
che amavi
– l’alba non cancellerà il tuo passo, sei visibile.
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...