AMELIA ROSSELLI – DA “PRIME PROSE ITALIANE” (1954)

AMELIA ROSSELLI 1997

AMELIA ROSSELLI 1997

 

 

*

Bellissimo cameriere tu sei il re d’Italia tu che pazientisci e corri per le camomille.

 
*

Roma città eterna che silenziosamente di notte ti bevi il tuo splendore hai tu nulla da predire. Ti sei fatta principessa e languisci. Nulla ti vieta. Arrotonda pure i tuoi seni bianchi e lustri. Le massaie si sono stancate di portarti le acque piovane. Tu hai succhiato latte di volpe hai rubato hai saccheggiato e ora siedi riposi assestata.

 
*

Tu pioggia amica leggera tu cammini dolente tu cammini dolente e lenta e scendi i tetti per soccorrere.
Le acque scorrono con appena un suono.

 
*

Erba nera che cresci segno nero tu vivi.

 
*

Il fiume delicatamente si torce. Bello che sei fiumicino cadaverino. Ti pescano. Siedi come un cane.

 

 

Amelia Rosselli

da “Prime prose italiane” (1954)

Annunci

One thought on “AMELIA ROSSELLI – DA “PRIME PROSE ITALIANE” (1954)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...