ANTONIO BUX – TERZINE TERRESTRI (33 SENSAZIONI TERRA TERRA) –

TERZINE TERRESTRI

 

 

 

 

*

Gli alberi sono
le braccia della terra
le radici le gambe spezzate.

*

Il mare come sputo
del cielo sul mondo
le lacrime raccolte della terra.

*

La luna è il grande
sorriso della notte
trapuntato dalle stelle.

*

L’alba non è altro
che l’eresia del sole
sedata dal cielo.

*

L’autunno ha foglie gialle
perché il sole vi ci sta
in letargo dentro.

*

La terra è l’humus
dell’uomo concimato
dalla polvere dei secoli.

*

Nella radice dell’aria
cresce la pianta del tempo
irrigata dalla noia del mondo.

*

Piove dall’anima del cielo
un lamento livido sull’uomo
l’evanescenza del futuro.

*

Il vento è il canto stanco
il lamento vivo del cielo
che sbraita nel ciclo del vuoto.

*

Quando una superficie
d’amore invade il giorno
torna la terra al proprio portento.

 

 

*

 

Si concima sola
l’anarchia della pianta
senza più linfa alla radice.

 

 

*

 

La natura ha un solo ricordo;

il buio dell’uomo strappando

il ventre della terra alla vita.

 

*

 

Nell’albume del sole

un uovo friggendo il giorno

mentre l’Io il rosso sbattuto.

 

*

 

Canta il livore del tronco

nel buio sospeso della semina:

ché la radice s’interra per vendetta.

 

*

 

L’animale azzanna la vita

il fiore la lenisce profumando;

l’essere umano vivendo la uccide.

 

*

 

Un prato è comunanza sociale

nell’arido piano della società:

un socio per il rozzo animale.

 

*

 

In una mano inchiodate

le reti della terra, i fiumi

della vita, la cute del silenzio.

 

*

 

Pare la natura un pretesto

dell’animale per sentirsi vivo;

il fastidio dell’uomo per essere uomo.

 

*

 

In una vuota forma, nell’orma

di un attraversamento a ritroso

si spostano i secoli dal proprio passo.

 

*

 

L’anima cede ai mutamenti

come il mondo alle modificazioni;

un grido vuoto nel silenzio dell’altro.

 

*

 

Si trapianta nel moto inverso

nel vuoto imposto dalla carne

rigirato lo stelo del respiro.

 

*

 

Cede alla vita il tremore
della terra, ma non la scossa:
il moto di sgomento, la rivolta fresca.

 

*

 

Cambia al tempo d’uomo
un uccello senza sintonia
in canto il fastidio nella via.

 

*

 

Nell’amarezza della terra
volge all’uomo il seme vuoto
l’oscura linfa, la scorza secca.

 

*

 

Un pesce come il fiume scendendo
come la corrente nella spuma è oltre
come l’oceano o l’onda, la cristallina arte.

 

*

 

Nel bocciolo della sorpresa ritirandosi
dallo sfiorire del corpo le terre scrostano
gli occhi dal giorno, le unghie nel tramonto.

 

*

 

Si è volta all’infrangere del suono
a melodia lo stridere della notte
che dell’oblio intona tutto il nero.

 

*

 

L’involuzione incisa dal limite

la forza che spinge l’io nel tutto

è l’istinto della fine, il principio del lutto.

 

*

 

Separa dal luogo l’umano sguardo

ché l’affanno terrestre occultando

cinge l’occhio in un’orbita di scelte.

 

*

 

Che si è superficie piana
burrone che non sa l’abisso
l’essere il mondo l’eterno supplizio.

 

*

 

Noi, guscio che schiude l’imbarazzo
dell’atmosfera che non conosce resa;
così nasce un giorno senza pretesa.

 

*

 

Rimane il mare un tonfo ovale
suicida tardivo nel golfo asciutto
vuoto dal fondo nel getto del sale.

 

*

 

Una spiaggia è sorella del deserto

e cielo il gemello del mare aperto

ma l’essere il figlio unico, il vuoto certo.

 

 


da “Terzine Terrestri” (33 sensazioni terra terra)

di Antonio Bux.

Tutti i diritti riservati

Advertisements

2 thoughts on “ANTONIO BUX – TERZINE TERRESTRI (33 SENSAZIONI TERRA TERRA) –

  1. veramente belle queste terzine terrestri, lette tutte d’un fiato per meglio assaporarle.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...